Cerca

ROA

RIVISTA ONLINE D'AVANGUARDIA

Categoria

Altri racconti

Stranieri eravamo

Un racconto di Clara Galletti Quando venne approvata la legge anti-immigrati, molti scesero in strada a festeggiare la vittoria. Si brindava ai posti di lavoro resi disponibili, ai diritti ritrovati, allo svuotamento delle case popolari; i più nazionalisti intonavano l'inno... Continue Reading →

Annunci

La casa sul lago

Cris appoggiò il libro sul tavolino, passandosi una mano tra i capelli. Ho bisogno di una pausa, si disse. Con calma, si alzò dal divano e si avvicinò alla finestra. Con la coda dell’occhio lesse il titolo del libro che... Continue Reading →

Cosa vorresti per Natale?

Ginger credeva in Dio, infatti portava sempre con sé un piccolo crocifisso d’oro della sua vecchia nonna. Quando era spaventata lo stringeva e si sentiva più protetta. Non le era mai capitato nulla di troppo sgradevole, non aveva mai subito... Continue Reading →

I doccioni della Cattedrale

La neve cadeva fitta e silenziosa. Erano anni che non si assisteva ad uno spettacolo simile. Vittorio Emanuele II e il suo destriero – cercando di non dare nell’occhio – ogni tanto si davano una piccola scrollata. I bersaglieri si... Continue Reading →

Neve e finestre

Pietro stava accoccolato in precario equilibrio sul calorifero davanti alla finestra: niente gli dava più soddisfazione, in inverno, che guardare il mondo coprirsi di bianco da quella posizione privilegiata, comodo comodo nella stanza calda, in compagnia della nonna che sonnecchiava... Continue Reading →

Andava tutto bene

Un racconto che puoi leggere dall'alto verso il basso e dal basso verso l'alto! ------------------ Forse non andava poi tutto così bene. Si asciugò una lacrima, tirando su col naso come una bimba capricciosa. Le decorazioni polverose nella vecchia scatola... Continue Reading →

Sant’Ambroeus al contrario

Da che viveva per strada, odiava con tutto sé stesso i giorni della festa di Sant'Ambrœs, il Gianfra. In realtà si chiamava Matteo, ma sembra che alle poche persone che indugiano a parlare coi senzatetto piaccia affibbiare loro nomi fittizi,... Continue Reading →

Le memorie dell’uomo di carta

Mi risveglio ogni anno il 25 dicembre allo scoccare della mezzanotte. Solo un occhio attento – forse quello di un bambino – potrebbe scovarmi. Nessuno ci fa mai caso ai dettagli, nessuno più crede alla magia. Penserebbero di aver avuto... Continue Reading →

All’indietro

Gioco spesso per strada, di questi giorni. La polvere è così spessa che quasi soffoca me e i miei amici se corriamo troppo e facciamo confusione. La mamma mi guarda indulgente dalla porta, ogni tanto sul suo viso c'è un'espressione... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑