Racconti

Fiamme

Teresa, il gomito che scivola piano lungo il tavolo, chiude gli occhi. Quando li riapre, si guarda attorno per un istante, il cuore che martella nelle orecchie. Si domanda, dove sono? La stanza è buia, la luce fioca della candela illumina appena le pergamene, il calamaio e la penna, il bicchiere colmo d’acqua dal bordo […]

Leggi altro
Racconti

Una giornata al bar

Notò quell’individuo passare dopo aver servito i due caffè agli operai con la tuta arancione. Camminava davanti alle vetrine del bar con passo lento, quasi affaticato. Vestito con un completo blu, la camicia bianca e una cravatta a strisce grigie, sarebbe stato un libero professionista, come tanti altri, se non fosse stato per quella valigia […]

Leggi altro
Racconti

Come un vetro

Pierre Dumézil stava fisso davanti a quella strana lastra, perplesso, eppure la conosceva bene. Era il 1932 e il Grande Vetro, l’opera di Duchamp di cui si era tanto parlato e si parlava tuttora, campeggiava con il suo volto ignoto davanti alle teste dei critici, che cercavano di scrutarla, capirla, afferrarla. Pierre, più che critico […]

Leggi altro
Racconti

Parare sibi alas

Tutti mi prendono in giro. E il mio aspetto, e la cura per il mio aspetto. A detta di tutti sono il più brutto della scuola. Specie per i miei capelli. Una capigliatura che era da sfigato pure trent’anni fa. Ma che ci posso fare? Questi sono i miei capelli. I tagli che vanno ora […]

Leggi altro
Racconti

Il Caos

Il Cittadino R23 svoltò a destra costeggiando il Cerchio Grande e imboccò la Direttiva Retta. Come tutti i giorni ammirò l’ordine assoluto che regnava nella sua bella città: strade perfettamente dritte che intersecavano a intervalli regolari gigantesche piazze circolari, tutte fiancheggiate dai palazzi degli uffici e delle abitazioni. Lo Stato, nella sua lungimiranza, aveva stabilito […]

Leggi altro
Racconti

L’uragano Katrina s’abbatte su Schönhauser Allee

Al numero civico 108 il pesante portone di legno s’apre su un androne che potrebbe essere anche il corridoio d’un ospedale psichiatrico: violenta luce a led, piastrelle bianche, piastrelle azzurrine. Il palazzo al numero 108 di Schönhauser Allee ha una conformazione labirintica, prima sali le scale e giri a destra, poi percorri un corridoio e […]

Leggi altro
Racconti

Plastic Economy

La Replasticying era una start-up nata dalla creatività imprenditoriale di un giovane studente di Harvard, deluso dalla scarsa attenzione del suo ateneo alla problematica dello smaltimento della plastica. Aveva iniziato separando le bottigliette di bibite dal resto dell’immondizia nei cestini dei corridoi del campus e ora, la Replasticying, era un’azienda leader nel campo della sostenibilità […]

Leggi altro
Racconti

Se provassimo a guardare

Cammina lungo la riva del fiume e non fa che pensarci. Si tocca i capelli e non fa che pensarci.Ora, se provassimo a guardarla negli occhi, capiremmo subito che il male di cui soffre è qualcosa di serio. Di logorante. Allora proviamo a guardarla negli occhi, proviamo a guardare cosa ci si nasconde. Vorrebbe tornare […]

Leggi altro
Racconti

Vacanze all’Isola di Plastica

2050, aprile. Stamattina mia madre entra in camera mia, è un aprile normale come tanti altri, sembra di stare al Cairo ma siamo a Milano. Le foglie degli alberi sono rade, tendenti al giallino. Insomma, un aprile come tanti altri.Mentre apro gli occhi sento la voce di mia madre, entusiasta.“Si va in vacanza!” Lo dice […]

Leggi altro
Racconti

Il progresso

Non importava quanto fornelli, ripiani e tendine venissero lavati: la cucina di quel minuscolo appartamento odorava sempre di cavolo bollito. Giulio deglutì il suo caffè annacquato con triste disgusto e gettò la tazza nel lavello; si mise a controllare che nella sua tracolla di cuoio, abbandonata su una sedia, ci fossero tutti i libri di […]

Leggi altro