Racconti

Una nobile impresa

C’era una volta, in una terra calda bagnata dalla pioggia primaverile, una bambina di nome Daya. Quel giorno, il giorno che Daya avrebbe ricordato per sempre come Il giorno rosso, suo fratello se ne stava in giardino sotto il temporale – la bocca spalancata e la lingua di fuori – a bere la pioggia. Daya […]

Leggi altro
Racconti, racconti fotografici

Blu

Le scarpe lucide di L. riflettono il blu del cielo. Prima c’era il sole e L. riusciva a sorridere. Ora che è tutto blu – i marciapiedi, la strada, il riflesso nelle sue scarpe lucide –, ora che è tutto blu, L. dice che non ci riesce, ma non vuole parlarne. Cammina avanti indietro lungo […]

Leggi altro
Racconti

La ragazza dei tuoi sogni

Carlo mescola piano il caffè, poi si passa una mano tra i capelli chiari. Carlo parla, non la smette di parlare. Gesticola, alza le sopracciglia, sorride e poi torna serissimo. Potrebbe fare l’attore, Carlo. La cameriera porta al tavolo il cappuccino e mi lancia un’occhiata divertita. “Grazie”, dico accennando un sorriso, e Carlo ricomincia a […]

Leggi altro
Racconti

Fiamme

Teresa, il gomito che scivola piano lungo il tavolo, chiude gli occhi. Quando li riapre, si guarda attorno per un istante, il cuore che martella nelle orecchie. Si domanda, dove sono? La stanza è buia, la luce fioca della candela illumina appena le pergamene, il calamaio e la penna, il bicchiere colmo d’acqua dal bordo […]

Leggi altro
Racconti

Non mi va di parlarne

“Sei arrabbiata”. “Non sono arrabbiata”. Mia madre alza le sopracciglia e avvicina piano la tazza di tè alle labbra colorate di viola, “Sei arrabbiata…”, sorride e si appoggia con la spalla al muro. “Se ti va di parlarne…” “Non sono arrabbiata”, dico scandendo bene le parole, e torno al mio libro. Avevo sedici anni, allora, […]

Leggi altro
Racconti, Racconti di Natale

Have yourself a merry little Christmas

La porta del bar sfiora una piccola campana appesa al soffitto. In sottofondo una canzone di Natale, da dietro il bancone un pigro “Stiamo chiudendo”. Pietro alza lo sguardo e indica la campana con un dito, poi un cappello da babbo Natale abbandonato su una sedia. “Hai visto mamma, l’ha dimenticato qui…”, dice, e io […]

Leggi altro
Racconti, Racconti di Natale

Un gran casino

Chiara la guarda e Cecilia – un istante, nemmeno il tempo di rendersene conto – la odia. Appoggia la penna sul banco, abbassa un momento lo sguardo e poi sorride alla sua migliore amica. La prof dice “Très bien, Chiara”, e Cecilia bisbiglia “Bravissima”. Fuori dalla finestra, i palazzi sono illuminati dal sole. A Cecilia […]

Leggi altro
Altri racconti, Racconti

La fine del mondo

Camilla stringe il suo coniglietto di peluche in silenzio, accovacciata nell’angolo della stanza. Ha il viso graffiato e sporco di cenere e fango, piange. Un’altra esplosione, le pareti tremano. Camilla osserva sua madre che grida e si contorce sul pavimento con le gambe aperte. Ha la testa appoggiata sulle ginocchia di una sconosciuta, un’altra donna […]

Leggi altro
Racconti, racconti fotografici

Esther

Mia madre indossa le sue scarpe preferite, quelle rosse, quelle che le ha regalato papà. Quanto si gira per sorridermi un’ultima volta il cappotto le si apre sul maglione, i capelli scuri sparsi sul viso. Ridiamo. Alzo una mano per salutarla e le mando un bacio. Sembra felice. Si volta e ci stringiamo tra le […]

Leggi altro