Entropia. Non solo fisica, anche letteraria

Pensate a uno dei romanzi più conosciuti in Italia, pensate a un caposaldo della letteratura italiana e il suo incipit. Famosissimo. Nessuno può confondersi.
Un romanzo che abbiamo tutti un po’ detestato, perché ci annoiava, e perché non ne capivamo l’importanza. Un romanzo che ci hanno obbligato a leggere, alle medie, al liceo, all’università.
Un incipit che è stato riscritto chissà quante volte, perché chissà quante volte Manzoni avrà rigirato le parole, avrà stracciato la bozza, l’avrà riscritta e riscritta e riscritta.

Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, e un’ampia costiera dall’altra parte.

Se ci pensate, questo incipit ha un bassissimo livello di Entropia. Tutte le parole di questa frase sono in ordine, e per farle stare in questo ordine c’è voluta tantissima energia.

Penso abbiate capito ormai: sto cercando di applicare il concetto di Entropia alla letteratura.

Cosa accadrebbe se aumentassimo il livello di entropia dell’incipit dei Promessi Sposi? Cosa accadrebbe se le molecole di questa frase cambiassero di posizione?
Sicuramente Manzoni sarebbe contrariato. E non poco. Tutti quegli anni a scrivere e riscrivere, per poi finire in un editoriale di ROA!

Beh, in effetti, potevo impegnarmi meglio sul finale. Ma insomma, non è mia responsabilità, è l’Entropia. È la direzione dell’Universo, non può che andare verso un livello di Entropia maggiore.

Almeno, questo è ciò che dice Adrian Fartade, divulgatore scientifico su Youtube, che con la sua rubrica #Astrocaffè mi ha riportato alla memoria concetti che avevo abbandonato sui banchi di scuola. E di cui non mi ero più preoccupata, se non in alcuni momenti di pura spavalderia con mia madre:
“Valeria, la camera è in disordine.”
“Mamma non ci posso fare niente: è l’entropia.”
Non vorrei sembrare sconclusionata, o disordinata…o forse sì?

Ciò che mi affascina è che in effetti l’energia che mettiamo per far stare le cose insieme è tantissima, e poi basta un soffio perché tutto vada in frantumi.
E quando qualcosa va in frantumi è irreversibile.

Se Manzoni non avesse fatto tutto quel lavoro di riscrittura a quest’ora non avremmo i Promessi Sposi come uno dei simboli della letteratura italiana. Magari sarebbe uno di quei tanti romanzi nominati di sfuggita nelle antologie scolastiche.

“Alessandro Manzoni, nobile intellettuale, trascorse un lungo periodo della sua vita a Parigi; scrisse odi e alcune tragedie, e fu in contatto con la scena illuminista italiana. Cercò di sperimentare anche la forma del romanzo, con scarsi risultati.”

Ed è qui che il professionista si discosta dal dilettante.
Il professionista scrive, rimaneggia, corregge con cura maniacale fino a quando la forma e il contenuto non sono perfetti. Il dilettante si accontenta, si fa sopraffare dall’Entropia e non ha più il controllo sull’Universo che ha creato.

Credo che il concetto di Entropia sia troppo idealizzato: ci facciamo affascinare troppo facilmente dal disordine e il caos. Affascinati dal Dionisiaco e non dall’Apollineo. E se, per una volta, al posto che cercare il disordine cercassimo l’ordine?
Magari ci sarebbero più Manzoni in giro.

Illustrazione di Dario Danielli

Annunci
Valeria Pagani

Quella che fa cose. Nata a Milano nel 1995, vive e lavora tra le Colonne di San Lorenzo e Festa del Perdono. Ama il teatro e avere sotto controllo tutto (non sempre ci riesce).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...