Un divulgatore per 50 comunisti

Per chi segue i miei scritti fumettistici da un po’ non sarà una novità vedere un libro a tema storico tra le pagine di ROA; per chi si fosse imbattuto solo ora in queste parole, lasciate che vi spieghi perché ho scelto di parlarvi di Storia del comunismo in 50 ritratti scritta da Paolo Mieli e disegnata da Ivan Canu.

Divulgatore_50_comunisti_Roa_Rivista_Online_d'Avanguardia
Giorgio Amendola

Io sono uno storico di formazione e un giornalista praticante, quindi nelle mie letture cerco di unire sempre l’utile al dilettevole: quando mi sono imbattuto in questo libro non potevo certo lasciarlo sullo scaffale. Raccontare è un’arte, e Paolo Mieli è uno dei maestri del nostro tempo perché riesce a fondere divulgazione storica, racconto del tempo presente e un po’ di sano divertimento in un prodotto che è anche bello da vedere.

Certamente si discosta dal concetto canonico di graphic novel per l’assenza di balloon e vignette, ma l’intreccio grafico che si sviluppa tra la penna di Mieli e le chine di Canu rende questo libro non solo piacevole da leggere ma anche facile e poco impegnativo da interiorizzare.

L’introduzione è un misto tra un saggio breve e una narrazione: del primo porta l’accuratezza, la chiarezza e molti utili riferimenti bibliografici per chi volesse approfondire, mentre della seconda porta la fluidità e l’armonia. I 50 ritratti sono un viaggio nella storia del Novecento, fatto di immagini mai banali, disegnate per catturare l’occhio del lettore grazie ai colori e allo stile, ma soprattutto immaginate per essere meglio comprese, una volta letto il testo, per ritrovare in un sorriso, in una ruga o in una posa delle mani la chiave giusta per comprendere un grande personaggio storico.

La piacevolezza di questo volume, oltre che nella cura grafica e nella scelta della carta dell’edizione della casa editrice Centauria, sta proprio nel suo poter essere gustato in pillole, anche una pagina al giorno e lasciare che le storie e le persone si raccontino senza fretta.

Divulgatore_50_comunisti_Roa_Rivista_Online_d'Avanguardia
Leonid Breznev

Aver scelto la storia del comunismo non è certo un caso. Da un lato il libro è uscito nell’aprile del 2018, nel pieno delle celebrazioni del centenario della prima guerra mondiale e ancora sullo strascico di quelle per il centenario della rivoluzione d’ottobre (evviva l’anniversarismo). Dall’altro, Mieli ha compreso che nella nostra società ideologie che vengono spesso considerate estreme, come il comunismo o il fascismo, hanno bisogno di riacquistare le loro sfumature senza elogi e celebrazioni, solo fatti e personaggi storici.

Un libro piacevole, utile e interessante per un pomeriggio d’inverno o per una pillola di storia prima di dormire (e se non vi ho convinto con le mie parole delle buone intenzioni di Mieli, leggete l’editoriale che ha scritto qualche giorno fa sul cinquantenario della morte di Jan Palach, lo studente che si è dato fuoco a Praga per protestare contro le forze di invasione sovietiche).

Divulgatore_50_comunisti_Roa_Rivista_Online_d'Avanguardia
Paolo Mieli

Il rischio, a fine lettura, di un leggero languorino che solo un tenero bambino può saziare, vi assicuro che è minimo.

Annunci
Riccardo Lichene

Quello che viaggia, lo storico e il fumettologo. Suono nel tempo libero, scrivo in quello che resta e quando non bastano le parole sfodero la macchina fotografica. Residenza attuale: via labirinti mentali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...