Tutti noi abbiamo i nostri mostri sacri, quegli autori di un qualsiasi prodotto editoriale, cinematografico, grafico o televisivo che riteniamo personalmente irraggiungibili ma soprattutto insuperabili dalla concorrenza. Per me uno di questi è Bruno Bozzetto se questo nome non vi suona familiare non temete, potrete saperne qualcosa in più cliccando QUI. Essendo uno dei miei mostri sacri dell’animazione ed avendo dei ricordi d’infanzia meravigliosi legati al suo lavoro (no non ero un infante quando sono usciti i suoi film negli anni ’60, me li ha fatti vedere mio papà) quando ho scoperto che avrebbe fatto uscire un fumetto di ben 280 pagine scritto da lui mi sono proprio incuriosito. Queste righe sono per parlarvi di quella graphic novel uscita a inizio giugno per Bao Publishing che riprende due dei suoi personaggi più classici: Minivip e Supervip.

Minivip e Supervip - ROA Rivista Online d'Avanguardia

Minivip e Supervip e il mistero del Viavai” è un libro davvero insolito da tenere tra le mani. Comicnio subito a parlarvi del disegno perché è una delle parti che più mi sono piaciute e che più meritano l’acquisto del volume. Gregory Panaccione è il disegnatore francese che ha dato forma alle parole di Bozzetto in 280 tavole così classicamente piacevoli e graficamente bellissime da far risuonare le campane a festa nella mente di tutti coloro che hanno visto il lungometraggio dedicato ai due eroi. Dimenticate le tavolette grafiche e photoshop, il buon vecchio acquarello riesce ancora a far vedere di cosa è capace nelle giuste mani e con la giusta ispirazione.

Minivip e Supervip - ROA Rivista Online d'Avanguardia

La storia è meravigliosa nella sua semplicità: dei buoni, dei cattivi, una bellissima morale ed uno scontro finale davvero bizzarro per un finale che sembrava impossibile. In un mondo fatto di incredibili ed innovative serie tv e prodotti di intrattenimento che ci stupiscono per tutti i canoni che rompono, trovarne uno così classicamente ordinato eppure così sorprendente sembra la scoperta di una gemma rara in una miniera che sembrava essersi esaurita. È così che un classico si evolve, è così che un classico riesce a riproporsi senza invecchiare e a comunicare un grande messaggio, che non voglio spoilerarvi, ma vi assicuro che è divertente e piacevole.

Minivip e Supervip - ROA Rivista Online d'Avanguardia

Mi piacerebbe spendere qualche altra frase sull’autore di questo libro e sulla presentazione a cui ho assistito alla Feltrinelli di Piazza Duomo. Bruno Bozzetto è un personaggio di una modestia e di una piacevolezza davvero rare e rispondendo alle domande del presentatore riusciva a raccontare sia qualche curiosità sul fumetto sia qualche aneddoto della sua vita durante la quale è stato testimone diretto dell’evoluzione del mondo dell’animazione ma soprattutto ha fatto da ambasciatore del mondo culturale italiano in tutto il mondo.

Minivip e Supervip - ROA Rivista Online d'Avanguardia

Ritornare in contatto con dei personaggi, dei disegni e degli stili narrativi così carichi di ricordi e vederli rompere il muro della nostalgia per attualizzarsi e raccontare una storia che arriva a parlare dell’oggi e delle nostre prospettive sul futuro, è stato davvero gratificante. Sceneggiatori e disegnatori di grandi nomi e di grandi personaggi che riescano a mantenere i loro protagonisti attuali in un dialogo continuo con i loro fan devono essere un modello non solo per i loro “coetanei” ma anche per gli autori del futuro in modo da fargli immaginare e costruire storie e protagonisti che vivano il nostro tempo e vivranno gli anni futuri.
Dopo il mio solito pippone moralistico e fumettologico è il momento di salutarvi rinnovando l’invito a lasciarvi trasportare da questa bellissima avventura e, se la trovate, ad acquistare la versione variant perché ha in copertina la ristampa di un acetato del primo film di bozzetto sui VIP : scrivetemi nei commenti se notate qualcosa di diverso tra i disegni di Bozzetto e quelli di Panaccione perché un interessante aneddoto si nasconde nei dettagli!

Annunci