1. Anzitutto stare tranquilli. Che tutta ‘sta confusione non aiuta. Parliamoci chiaro. Noi di politica ne capiamo poco, voialtri pure di meno. Che senso ha litigare? Vogliamoci bene, beviamoci una panaché e vediamo che idee vengono fuori. ROA aborrisce qualsiasi tipo di litigata o insulto.
  2. Spesso si sente parlare, negli ambienti di più “alto livello culturale”, che il suffragio universale è dannoso e che andrebbe abolito. ROA non è d’accordo. Il voto di OGNI cittadino è importante, a prescindere dai vari analfabeti funzionali ed effetti Dunning-Kruger. Tanto se votate sbagliato la scheda la si annulla.
  3. Svuoteremo Palazzo Chigi, Palazzo Madama e Palazzo Montecitorio. La vita di corte in realtà ci piace, ma, da quando nei palazzi non ci sono più cavalli e balli dove organizzare matrimoni, un po’ meno. Quindi ne approfittiamo per un viaggio per le strade d’America. Dalla California a Panama, con i mezzi pubblici, però comunque pagati da voi. Non preoccupatevi, abbiamo un gruppo di stagisti che terrà i nostri social molto attivi, così potrete seguirci. Li abbiamo messi subito al lavoro, essendo ottimisti circa la nostra vittoria. Stiamo facendo anche le bomboniere!
  4. Investimenti per la scienza. Stante l’attuale aridità culturale è nostra assoluta priorità sviluppare una tecnologia per riportare in vita mostri sacri della letteratura e della politica, come Solženicyn e Stalin. E vedere poi di nascosto l’effetto che fa.
  5. Abbiamo intenzione di vietare il lavoro dopo le 18. Progettiamo di finanziare un team di ingegneri che lavori alla creazione di baristi androidi. Che se i camerieri lavorano mentre prendiamo l’aperitivo è un po’ mancare una promessa elettorale.
  6. Lotta senza se e ma all’inquinamento dei mari. Che poi sennò il sushi fa schifo.
  7. Di Battista Presidente della Repubblica a vita. In Ecuador. Così non rompe più le palle a noi e le vostre ragazze smettono di fantasticarci mentre fate all’ amore con loro.
  8. Abolizione degli esami universitari. Basta dire di aver letto il libro e buona lì. In questo modo puntiamo anche a eliminare la piaga dei venditori di dispense scritte con i piedi a prezzi “che mi ci escono tre gin tonic con il Tanqueray”.
  9. Almeno cinque Pasquette l’anno. Che un giorno piove, l’altro uno non può. Almeno così una grigliata decente si riuscirà ad organizzare.
  10. Nuove leggi sulla cronaca. Vogliamo che sia assolutamente vietato dare notizie vere e accertate sui social. Almeno si evitano confusioni. Se proprio ci tenete a informarvi pagate i periodici.
Annunci