Oggi, cari lettori, siamo stati a Bricolà il festival delle autoproduzioni a fumetti che si tiene ogni anno allo spazio Wow di Milano. Chi ci segue da un po’ conosce la mia passione per le autoproduzioni: un crogiolo di talenti inesplorati che, noncuranti delle pressioni editoriali, decidono di produrre il loro lavoro lasciando decidere al pubblico il suo vero valore. Dopo la self area di Lucca comics e qualche piccola perla trovata al Cartoomics, che mi conservo per le prossime settimane, ho trovato a questo festival una bellissima autoproduzione: The Golden Legend, la Legenda Aurea di Iacopo da Varagine (Varazze) reimmaginata a fumetti da un collettivo di autori con Cyrano Comics ed edita da EF edizioni.

The Golden Legend - ROA Rivista Online d'Avanguardia
Un bellissimo gnomo armato di ascia di una delle autrici: Marika Michelazzi

Innanzitutto, un pochino di storia: che cos’è la Legenda Aurea? È una raccolta di vite di santi composta da Iacopo da Varazze nella seconda metà del 1200 realizzata come aiuto “didattico” per i predicatori domenicani. Dalla spiegazione dei significati delle feste fino a San Giorgio contro il drago, decine di storie vengono raccolte dall’autore in un unico volume e rielaborate, alcune più alcune meno, per risultare contemporaneamente semplici da leggere ma anche ricche di significato e potere comunicativo sui dogmi della fede cristiana. In un ibrido tra mitologia pagana e agiografia, avvincenti storie sono messe al servizio della morale cristiana.
Non temete, gli autori di questa graphic novel non sono al soldo del Vaticano.
Di loro spontanea volontà hanno preso un’opera storica che il grande pubblico non conosceva e le hanno dato una nuova veste avvincente, avventurosa e divertente che non si limita a raccontare le leggende ma le porta avanti immaginandone gli ambienti, descrivendo i protagonisti e raccontando i costumi del tempo.
Alcune storie vengono trasposte, ma altre prendono da una leggenda le premesse per narrare nuovi avvenimenti oppure smentiscono i caratteri mitologici più fantasiosi in una mescolanza di avventure elegantemente collegate tra di loro.

The Golden Legend - ROA Rivista Online d'Avanguardia
Un Celticissimo San Patrizio

Il disegno è un’incredibile miscellanea di stili che posso solo paragonare ad una confezione di jelly bean tutti frutti: forse ce ne sarà uno che non ti appartiene ma gli altri ti lasceranno senza parole. Dal classico fumetto italiano fino al manga giapponese più curato: stili di disegno e narrazione si intrecciano in un’esperienza avvincente e intrigante che non posso che consigliare caldamente. Mi ha colpito, poi, la capacità di coordinazione narrativa degli autori che sono riusciti a legare le novelle con un filo rosso né invasivo né forzato che rende la lettura episodica e molto piacevole, quasi come una serie tv.
Vorrei spendere qualche altra parola sull’idea generale perché, come ho detto parlando di Hasta la Victoria, continuo a pensare che la Storia sia una miniera inesauribile di vicende, mitologie, narrazioni ed avventure da cui non bisogna avere paura di attingere. A tutti coloro che si potrebbero sentire privati del loro genio creativo autoriale vorrei proprio raccomandare questo volume perché è un preciso esempio di quello che intendo. Dando nuova vita ad un’opera medievale questi autori non l’hanno semplicemente illustrata, l’hanno approfondita, reimmaginata, ripensata e ridisegnata secondo i loro canoni e le loro ispirazioni.

The Golden Legend - ROA Rivista Online d'Avanguardia

Il Fantasy può vivere di storia così come nella storia si possono ricreare universi fantastici e alternativi come lo steampunk; The Golden Legend prova ancora una volta che ci si può divertire e far divertire imparando dai nostri avi e che anche se l’editoria ti ignora, l’autoproduzione può garantirti un canale di dialogo con il pubblico per far conoscere la tua opera.
Il mio perenne invito, agli amanti del fumetto e a tutti coloro che decidono di farsi un giro per le fiere del settore, è quello di dedicare un po’ di tempo alle aree di autoproduzione perché, tra i banchetti stipati in fondo ai padiglioni, si nascondono sempre tesori inaspettati e autori simpaticissimi.

Annunci