MAFIA LIQUIDA: performance multimediale fra cinema e disegno sulla criminalità organizzata

Il 16 marzo, pochi giorni prima dalla Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, è stato ospitato lo spettacolo Mafia Liquida all’Everest, lo spazio multifunzionale, gestito da Industria Scenica.


Un proiettore, una lavagna luminosa e un attore che disegna dal vivo sulla lavagna.

Questi sono gli elementi che compongono lo spettacolo. Uno spettacolo che si costruisce su estratti di film, documentari, filmati originali che hanno come tema la mafia. Ma anche suoni, dalla colonna sonora del Padrino alle registrazioni radio sulla morte di Falcone e Borsellino. La lavagna luminosa: elemento cardine dello spettacolo attraverso cui Vito Baroncini commenta con un live painting le immagini che vengono proiettate. Attraverso gli spezzoni dei film viene creata una cronaca cinematografica, in cui vengono affrontati vari argomenti che formano un disegno completo delle dinamiche interne alla criminalità organizzata.

Con olio, china, inchiostro e altri strumenti i film vengono reinterpretati a livello visivo. Macchie rosse si diffondono sulla penisola italiana, grossi fiori con coppole e baffi crescono, e pur tenendo le radici nei loro paesi d’origine si diffondono in Europa. La penisola viene capovolta e il nord si macchia di rosso.

Uno spettacolo più difficile da spiegare che da vedere. Perché una volta seduti tutto è chiaro, immediato e la rappresentazione riesce a comunicare e a raccontare il diffondersi della mafia in Italia con estrema facilità.

Mafia Liquida è uno spettacolo interessante non solo per la schiettezza con cui viene affrontato l’argomento, ma soprattutto per il lavoro e la sperimentazione che c’è dietro. Uno spettacolo che è un continuo work in progress degli attori della compagnia Cinemovel Foundation che hanno deciso di iniziare un percorso artistico sulla legalità portando il cinema nelle piazze per ragionare di temi attuali, sociali e per parlare di mafia  attraverso il festival itinerante “Libero Cinema in Libera Terra”.

Mafia Liquida sembra un manifesto in cui sono messe nero su bianco la nascita e l’evoluzione della mafia, ma al contempo non ha la forma di uno spettacolo finito; è qualcosa in continuo divenire: potrebbe continuare, altri video potrebbero essere aggiunti, altri disegni potrebbero esser ideati al momento.

Il titolo Mafia Liquida fa riferimento sia alle tecniche utilizzate per intervenire sui video sia al pensiero che sta alla base dello spettacolo: la mafia è come un liquido, si infiltra anche nelle più piccole crepe e prende la forma del contenitore in cui si trova. Motivo per cui la mafia si diffonde a macchia d’olio, nasce al sud e giunge fino al nord Italia, si infiltra nelle piccole e nelle grandi realtà, inizia ad indossare nuovi abiti, anche grazie alla possibilità di collaborare con figure istituzionali. Indossa gli abiti dell’imprenditore: giacca, cravatta, valigetta, educazione e buone maniere. Si trasforma.

Lo spettacolo non si ferma qui. Gli attori si mettono a disposizione del pubblico e danno vita a uno scambio di opinioni in cui ognuno riporta la sua esperienza e le sue curiosità. Ed è sorprendente vedere quante persone abbiano voglia e necessità di parlarne, e quante nel loro piccolo abbiano avuto esperienze di questa realtà in maniera diretta o indiretta. Ed è grazie a queste testimonianze che la performance cresce e continua ad arricchirsi.


Da un’idea di Nello Ferrieri, un’opera collettiva con Vito Baroncini alla lavagna luminosa.
Soggetto: Elisabetta Antognoni, Vito Baroncini, Andrea Basti,
Enzo Bevar, Nello Ferrieri
Regia: Vito Baroncini, Andrea Basti, Nello Ferrieri
Lavagna luminosa: Vito Baroncini
Montaggio e musiche: Andrea Basti
Produzione esecutiva: Enzo Bevar, Nello Ferrieri
Durata: 38 min. Produzione Cinemovel Foundation, 2014
Annunci
Valeria Pagani

Quella che fa cose. Nata a Milano nel 1995, vive e lavora tra le Colonne di San Lorenzo e Festa del Perdono. Ama il teatro e avere sotto controllo tutto (non sempre ci riesce).

Una risposta a "MAFIA LIQUIDA: performance multimediale fra cinema e disegno sulla criminalità organizzata"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...