Fenicotteri

Abbiamo litigato stamattina. Ti ho detto vattene, allora se non sai starmi vicino vai via. Tu mi hai ascoltato coi tuoi occhi miti, gentili, e piano, senza dire una parola, ti sei chiuso la porta alle spalle e mi hai lasciato solo con le mie cattiverie ingiuste. Terrorizzato, sono rimasto immobile, sicuro di averti perso. Ma sei tornato, vieni qui, mi hai detto. Hai tirato fuori dalle tasche due cannucce a forma di fenicottero, come quelle che ci avevano dato in quel bar, al primo appuntamento. Con un sorriso leggero ti sei inginocchiato, porgendomene una. E io ho detto sì.

Illustrazione di Serena Gianoli

Annunci
Lucrezia Iussi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...