Sei stata la prima a toccarmi. Non parlo solo di quel pomeriggio di luglio, di quando ho perso l’ultimo treno e abbiamo fatto l’amore. Tu mi hai toccata dentro, con delicatezza a volte, con prepotenza altre. Mi hai messa di fronte ad un grande specchio e grazie a te ho iniziato a vedermi, ho imparato a conoscermi. Mi sono aperta a te, ai tuoi occhi grandi e curiosi che al volo captano ogni mio pensiero, alle tue mani delicate che li raccolgono e ne fanno tesoro, alla tua bocca che bacia questo mio corpo, che solo tu davvero conosci.

 

Illustrazione di Federica Sutti

Un progetto Marshmellow.

Annunci