Raccontare l’arte: “Due bambine che fanno le signore” di Silvestro Lega

Mi fa ridere la vostra fretta di crescere, anch’io ce l’avevo. Mi fate sorridere.

Fra qualche anno non vivrete più in questa casa. Sarete giovani spose. Magari felici. Troverete un uomo dabbene. Uomo che v’ami. Lo spero per voi. Mi batterò perché troviate un buon uomo. Perché troviate qualcuno che v’ami e rispetti. Qualcuno che ogni sera sia contento di voi.

Qui, in questo salotto, si parlava di rivoluzione. D’indipendenza. Il giogo della triste Italia sempre serva e mai sovrana. La mia casa ha ospitato i grandi uomini che hanno fatto la storia.
Avevo il fervore negli occhi: si stava facendo l’Italia. Avevo il fuoco negli occhi: anch’io facevo la storia.

Perché vi ridono gli occhi, bambine?

Vedo lo stesso fuoco degli uomini che volevano un’Italia unita.

Gli stessi che dicevano che anche noi donne eravamo come loro.

Ma noi serve siam nate, bambine mie, e serve moriamo.

Spero che domani sostituirete queste lunghe gonne con abiti comodi.

Ma ho il sospetto che continuerete a volervi vestire da ragazze per bene.
Mettendovi le gonne con balze e i cappellini per ripararvi dal sole.
Le scarpette in pelle.
Ai balli aspetterete annoiate che qualcuno vi inviti a danzare.
E con le amiche riderete dei giovani imberbi dietro i ventagli nei pomeriggi assolati.

Sognerete un focolare in cui cullare i frutti di questa nuova Italia.

Questa nuova Italia che vi dà l’onore di essere mogli e madri.

Vi guardo, bambine mie, e vedo lo stesso fuoco che avevo negli occhi.

Annunci
Valeria Pagani

Quella che fa cose. Nata a Milano nel 1995, vive e lavora tra le Colonne di San Lorenzo e Festa del Perdono. Ama il teatro e avere sotto controllo tutto (non sempre ci riesce).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...