Cosa ci fa Ratman nello spazio?

Una delle missioni più importanti che le agenzie spaziali di tutto il mondo devono affrontare ogni giorno, ma dirvelo subito non creerebbe abbastanza suspance, vero?

C’è spazio per tutti è l’ultima grande opera di Leo Ortolani, un nome che nel mondo del fumetto non ha bisogno di presentazione, realizzata in collaborazione con l’ESA, l’ASI e l’astronauta Paolo Nespoli, nonché primo fumetto ad essere andato nello spazio. Arriverà molto presto un articolo sulla fine delle avventure del nostro ratto preferito ma oggi, direttamente da Lucca, voglio parlarvi di un fumetto che è riuscito a portarmi dalla risata più sfrenata alla commozione più sincera.

174738594-de970cca-d867-4471-a44e-ffd9d27b32c2

Si parla di eroi, di avventure, di macchine incredibili e accese rivalità di ieri e di oggi; infatti, partendo dalle sue origini e da degli arroganti moscerini della frutta, la storia dell’esplorazione spaziale viene ripercorsa tappa dopo tappa, conquista dopo conquista e fallimento dopo fallimento. A fianco di questa grande e divertente narrazione abbiamo la storia che coinvolge la più improbabile delle collaborazioni: un supereroe non troppo super, ma solo a prima vista, e uno dei più grandi astronauti italiani; Paolo Nespoli deve portare Ratman sulla Stazione Spaziale Internazionale (l’ISS), perché se anche un idiota come Ratman può andare lassù, sarà proprio vero che lo spazio è alla portata di tutti. Le gag sono moltissime, dal viaggio alla vita di tutti i giorni degli astronauti, quasi a prendere un po’ in giro tutti quei video che noi avidi di spazio consumiamo sulle piattaforme social delle varie agenzie e dei singoli astronauti, a interessanti e accurate spiegazioni sull’origine del movimento terrapiattista, il tutto intrecciato al progredire nella narrazione di quella meravigliosa rivalità che ha portato l’uomo sulla Luna.

31764-ortolani

Il racconto cambia tono quando suona l’allarme e l’ISS perde quota avvicinandosi sempre più all’atmosfera terrestre che si fa ad ogni chilometro perso sempre più pericolosa. Le cause non si trovano, i componenti non si aggiustano e tutto sembra perduto. “È Ratman” grida il membro russo dell’equipaggio, “ogni volta che va da qualche parte succede qualcosa”. Se potessimo attribuire un superpotere al nostro eroe sarebbe proprio quello di far accadere disastri che però lui riesce sempre a risolvere nei modi meno convenzionali esistenti. Usciti per un tentativo di riparazione dei motori, Nespoli e il Ratto perdono il collegamento con la stazione e restano bloccati nel vuoto cosmico, e a salvarli non saranno la fortuna o i poteri di Ratman, ma quell’incredibile forza che anima tutti gli astronauti, gli ingegneri, i pionieri e tutti gli studenti che stanno dedicano la loro vita allo spazio.

df1askgxsaejycz-300x300

Sperando che quanto ho detto fino a qui possa convincervi dell’incredibile bellezza di questo volume e ve lo abbia fatto ordinare e leggere in men che non si dica, devo avvisarvi che quanto segue può essere considerato spoiler dai più,  ma essendo la vera gemma di questo fumetto non posso esimermi dal parlarne. In poche parole,  SEGUONO SPOILER.

A salvare i nostri eroi saranno i sogni: tutti i sogni di chi da bambino, da ragazzo e persino da adulto, vuole fare l’astronauta; i sogni di chi vuole sfidare le frontiere del conosciuto e portare l’umanità verso un nuovo orizzonte. Decine, centinaia, migliaia di bambini, l’incarnazione più concreta dei sogni, armati di scatole di cartone per caschi da astronauta riporteranno la stazione in orbita salvando tutti i suoi occupanti ricongiunti con Ratman e Nespoli.

c8tnmblxcaellbd-jpg-large-300x266

Questo finale, così pieno di speranza, è un messaggio fortissimo ed il vero motivo per cui Ratman è andato nello spazio. Lo spazio ha bisogno del nostro aiuto, ha bisogno dei sogni della forza e delle speranze di tutti per potersi salvare in un epoca di tagli di bilanci, spending rewievs e cost savings. Lo spazio è terra di frontiera che ha bisogno di risorse per essere esplorato ma può ridarci 1000 volte quello che investiamo,  non solo in termini di tecnologia ma anche aiutandoci qui sulla terra in moltissimi campi: dalla chimica alla fisica fino ad arrivare alla medicina più avanzata.

Ratman è andato nello spazio non solo per raccontarci la sua storia e il suo presente, ma soprattutto per fare in modo che tutti noi continuiamo a esserne il futuro.

Annunci
Riccardo Lichene

Quello che viaggia, lo storico e il fumettologo. Suono nel tempo libero, scrivo in quello che resta e quando non bastano le parole sfodero la macchina fotografica. Residenza attuale: via labirinti mentali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...