Jack ed Emma Trakarsky sono una giovane coppia sposata che vive nella periferia di Portland. Da qualche tempo ormai la fiamma che alimentava il loro rapporto e teneva viva la passione sembra essersi spenta. Lavorano, passano le serate a guardare programmi noiosi alla tv e, cosa più importante, non fanno più l’amore. Si vogliono bene, sono innamorati l’uno dell’altra, ma il loro rapporto è ad un passo dalla fine, schiacciato dall’insostenibile peso della routine. Un giorno Jack, su consiglio del fratello, decide di chiamare una escort per riaccendere la passione e per constatare se, come gli è stato detto, sentirsi apprezzati da un’altra donna può effettivamente riaccendere il rapporto di coppia e la voglia di stare insieme sotto tutti i punti di vista. Jack non ne è per niente convinto, eppure ci prova. Aspetta la escort nella camera di un hotel quasi in preda al panico, finché alla porta non si presenta Izzy, giovane e bellissima studentessa universitaria. Paliamo un attimo di lei, della escort. Izzy studia psicologia e non riesce ad impegnarsi nelle relazioni. Ha deciso di fare la escort su consiglio della sua coinquilina (la scoppiettante Nina) per pagare l’affitto e tirare su qualche soldo. Tra Jack ed Izzy si stabilisce subito una forte intesa: si conoscono, parlano e si confidano… Quando arriva a casa, Jack non riesce a non raccontare ad Emma quel che è successo. Si sente in colpa e lei è (giustamente) infuriata. Ne parla con la sua migliore amica e decide di incontrare Izzy senza dirle di essere la moglie di Jack, vuole solo sapere chi è la ragazza che ha riacceso la passione del marito. È qui che la faccenda si complica: anche tra Emma ed Izzy si stabilisce una forte intesa e… una a dir poco forte passione.

Tra vicini di casa ficcanaso, migliori amici incomprensivi (ma sempre molto presenti), ex fidanzati gelosi e suoceri in visita, Jack, Emma ed Izzy cercheranno di portare avanti questa relazione nel migliore dei modi: facendo un casino dopo l’altro.

12pjrf1

You me her ha tanti pregi: gli episodi sono brevi e divertenti e hanno la capacità di smontare con leggerezza due grandi stereotipi: che le escort sono prostitute e che il poliamore è solo una perversione (o una curiosità, un’esperienza, nulla di reale e sincero). Con naturalezza, senza alcun tipo di pretesa, giudizio morale o melodramma, il poliamore viene rappresentato come qualcosa di assolutamente normale, un’alternativa possibile al rapporto monogamo. Jack, Emma ed Izzy sono tre persone normali, che conducono un’esistenza del tutto normale che si ritrovano  d’un tratto catapultati in questo inaspettato triangolo amoroso.

tumblr_o7ny4k3nbv1vqkywzo1_500

Se pensate che questa serie tv non faccia per voi, se siete fervidi sostenitori del rapporto di coppia, magari esclusivamente eterosessuale, e avete letto questa breve recensione scuotendo la testa, vi consiglio comunque di dare una possibilità a You me her per cercare di guardare le cose sotto una luce diversa, da un altro punto di vista. Sapevo poco e niente del poliamore prima di un feroce binge watch su Netflix, e devo dire che ora il fatto di saperne qualcosa non mi dispiace affatto. In un mondo che cambia, o meglio, che comincia a svelare con sempre meno pregiudizio (più o meno) rapporti e relazioni che sono sempre esistiti, essere informati è un obbligo. Non dico che guardare questa serie tv porterà la pace nel mondo, no, sostengo solamente che dobbiamo imporci di comprendere il tempo storico in cui viviamo.

tumblr_ojo63saxuw1qlceipo1_500

Annunci