Film | Nerve

Nerve è un film del 2016, diretto da Henry Joost e Ariel Schulman.

La trama ruota attorno ad un gioco online, al quale si può accedere come giocatori o spettatori. Gli spettatori pagano l’iscrizione e propongono scommesse ai giocatori; se questi ultimi accettano e superano le scommesse guadagnano i soldi in palio e reputazione.

maxresdefault-2

Il tentativo di questo film sarebbe quello di portare all’attenzione del pubblico la realtà dei nuovi giochi virtuali che sconfinano dal loro schermo e strabordano nella vita reale, coinvolgendo direttamente i giocatori, e di come questo possa diventare un pericolo serio se la persona coinvolta non è abbastanza strutturata o troppo giovane.
La domanda che verrebbe da porsi, a questo punto è: è giusto giocare con un tema del genere visti gli attuali scandali legati alla Blue Whale?
Decisamente. Credo che un film del genere, mediocre, per ragazzi, malriuscito, mostri esattamente cosa sono “le sfide suicide dei giovani”: delle situazioni da film, inesistenti e teoricamente irrealizzabili nella vita reale.
Tutti gli allarmismi di quest’ultimo periodo legati alla Blue Whale non fanno altro che creare qualche risata sul web e panico tra i genitori. Ma realmente, i cadaveri di questi giovani suicidi dove sono?
Il mio parere è che, come al solito, si rischia di fare più danni con gli allarmismi che con il “pericolo” stesso. Invece che fomentare panico sul web bisognerebbe indagare di più i fenomeni in questione.

Ma tornando al film; sin da subito il regista tenta disperatamente di utilizzare un linguaggio giovane, facendo continui riferimenti al “mondo dei ragazzi”, ma questo tentativo è lampante, e rende alcune delle situazioni abbastanza patetiche.
Ciononostante, nel complesso il film si lascia guardare senza troppo impegno.
La recitazione è mediocre, la fotografia e la regia sono completamente tecniche, si salvano invece tre o quattro scene di suspense date da alcune follie compiute dai giocatori, le quali riescono a dare le vertigini agli spettatori seduti in sala.

Vorrei dedicare un paragrafo alla totale inadeguatezza di Juliette Lewis, la quale, si sa, non è mai stata un’attrice di qualità. Anzi, probabilmente non è mai stata nemmeno un’attrice. Ma in questo film ho provato imbarazzo nel guardare le sue scene.
La Lewis interpreta la mamma della protagonista, ma non recita. Dice delle battute, come se le stesse leggendo. Una tristezza devastante.

Nel complesso, quindi Nerve è un film di bassa fascia, qualcosa da guardare senza troppo impegno, e soprattutto, senza dedicargli troppo scalpore.

 

Annunci
Pasquale Salerno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...