Midnight Diner: Tokyo Stories, la serie che esplora le sfaccettature degli esseri umani

Quando le persone giungono a fine giornata e si affrettano verso casa, inizia la mia giornata.

La mia tavola calda è aperta da mezzanotte alle 7 di mattina. La chiamano: “la tavola calda di mezzanotte”.

Menù fisso: zuppa di miso con maiale, birra, sakè, shōchi;  questo è tutto ciò che ho in menù. Ma preparo qualsiasi cosa mi chiedano i clienti se ho gli ingredienti necessari.

È questa la mia politica.

Se ho abbastanza clienti? Più di quanti ci si aspetterebbe.

Da un semplice presupposto, come una tavola calda aperta di notte, nasce una serie che esplora le sfaccettature degli esseri umani, strane creature che spesso rivelano parti fondamentali della propria vita di fronte ai loro piatti preferiti o attraverso confessioni sussurrate a sconosciuti in un microscopico locale in un vicolo della mai dormiente Tokyo, piuttosto che in orari e situazioni ritenute più convenzionali.

 

midnight-diner-6

Midnight Diner è, quindi, soprattutto questo: una carrellata di diversi caratteri, dai timidi ai rumorosamente volgari, dai gentili agli innamorati, tutti riuniti intorno al bancone della tavola calda, pronti a condividere preoccupazioni e gioie con il fidato chef, figura misteriosa di poche parole che sembrano, però, essere sempre quelle necessarie per sistemare qualsiasi situazione.

La struttura di base è semplice: ogni puntata ha come protagonista un piatto e uno o più clienti diversi, le cui storie si legano, per i più svariati motivi, a quella pietanza. Quindi, oltre che essere una carrellata di tipi umani, questa serie rappresenta anche un’ottima vetrina sulle radizioni culinarie giapponesi, decisamente sconosciute alla maggior parte degli occidentali che, per associazione diretta, alla parola “Giappone” rispondono con “sushi”.

2

A seconda della storia che viene raccontata, la narrazione lascia la tavola calda per inoltrarsi nelle vie della città (e, a volte, anche più in là) e dà allo spettatore la possibilità di rendersi conto, anche se solo attraverso piccoli frammenti di vita di strada, delle caratteristiche di un mondo che pare, ed effettivamente è, così lontano. Ma i sentimenti rappresentati sono decisamente gli stessi che potremmo provare noi qui a casa, e ci si ritrova a capire perfettamente la giovane emigrata dalla Corea che fatica a trovare un lavoro o il radiocronista incapace di contenere la gioia dopo l’incontro con una delle protagoniste della sua serie preferita da bambino.

midnight-diner-2

Il passo è abbastanza lento, non ci sono grandi avvenimenti o rivelazioni rumorose, ma solo conflitti, problemi e soddisfazioni quotidiane. Questa caratteristica potrebbe forse non rendere questa serie adatta a tutti i palati, ma il consiglio è di guardare anche solo una o due puntate, saltando, se si vuole: sono abbastanza per imparare qualcosa di nuovo e per capire con che delicatezza (ma anche con che volgarità, a volte) vengono affrontati i casi della vita in un posto così distante da noi.

Come lo chef della tavola calda di mezzanotte anche Roa ha deciso di mettersi in gioco e, seguendo il solito menù a base di sperimentazioni, ha pensato di strutturare la prossima serie di Oulipo, partendo proprio dalle suggestioni di questo piccolo prodotto orientale. Cambiando ovviamente atmosfera e rifacendosi alle proprie origini meneghine, i nostri scrittori prenderanno, attraverso le settimane, le “sembianze” dei vari avventori del Whisky Bar, locale aperto tutta la notte, e ci trasporteranno in un universo particolare, il cui punto di riferimento è la bella barista, circondata dalle foto della sua gioventù.

Annunci
Francesca Sala

6 risposte a "Midnight Diner: Tokyo Stories, la serie che esplora le sfaccettature degli esseri umani"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...