Diario di Viaggio, Portogallo

L’ultima tappa del mio viaggio fra tre nazioni e due continenti mi ha portato in Portogallo, un Paese unico per paesaggi, cucina, cultura e soprattutto persone.

Dal punto di vista prettamente paesaggistico nell’entroterra non è molto diverso dalla Spagna, ma quando si arriva sulla costa, le onde gigantesche e il vento impetuoso mostrano il cuore pulsante di questa nazione: l’oceano.

il Portogallo è stato una nazione di esploratori, conquistatori e colonizzatori, ma prima della gloria e delle ricchezze è stato, ed è ancora oggi, un Paese di pescatori. Per capirne fino in fondo lo spirito sono necessarie settimane e l’esplorazione di tutte quelle cittadine che incarnano il vero spirito del Portogallo. Io ho avuto a disposizione solo due giorni in cui ho concentrato un piccolo assaggio di quello che il Portogallo può offrire.

L’interno

Se come me scegliete di usare un pullman o vi muovete in macchina, moltissimi paesini dell’entroterra posso riservare piacevoli sorprese sia perché potrebbero nascondere un vero pezzo di storia, sia perché potrebbero essere sede di uno dei club più famosi della nazione e meta di tutti i giovani delle grandi città, sia perché potrebbero rivelare, a sorpresa, una straordinaria pasticceria a conduzione familiare dove ordinare una
Pastel de nata, un dolce tipico Portoghese veramente squisito.

dscf5122

Lisbona

Durante un viaggio in Portogallo non può mancare, ovviamente, una visita alla capitale, che con i suoi grandi monumenti come quelli dedicati ai viaggi di scoperta, il Cristo rei o le bellissime vie del centro ricostruito dopo il terremoto, garantirà ottime foto ricordo. Per andare un po’ oltre la solita visita io consiglio di abbracciare proprio qui il ritmo portoghese (non troppo diverso da quello spagnolo) e concedersi una bella cenetta al Food market (http://www.timeoutmarket.com/en/concept/ ) dove assaggerete la migliore cucina portoghese a prezzi più che onesti , per poi dedicarvi alla vita notturna. Per smaltire qualcuna delle prelibatezze che avete mangiato al food market, il consiglio è di risalire la collina che vi si trova alle spalle sulla cui cima è arroccata una delle poche parti medievali rimaste della città, oggi è popolata da un’infinità di piccoli bar, ristoranti e locali che garantiscono una piacevole serata in compagnia.

dscf5154

Sintra

Altro piccolo gioiello molto vicino a Lisbona è la cittadina di Sintra: rifugio estivo dei reali portoghesi che, con pochi euro investiti in un biglietto del treno, può diventare anche il vostro rifugio in un giorno di particolare afa. Passeggiare per le strette vie di un borgo medievale affollato di ville e palazzi rinascimentali è un’esperienza unica: a Sintra si può proprio vedere la competizione tra i nobili portoghesi che aspiravano ad avere il miglior palazzo nella piccola cittadina preferita dai reali. Anche qui c’è un dolce tipico ad aspettarvi: i travesserios, inventati in un convento, sono ottimi per una ricca colazione o merenda, specie se accompagnati da una cioccolata calda.

dscf5158

Cascais

A pochi minuti di treno da Sintra, se facesse ancora troppo caldo, si trova la cittadina di Cascais: una grande spiaggia oceanica dalle acque gelide che attira migliaia di persone ogni giorno, tra locali e turisti. È una cittadina prettamente turistica, ma è anche il posto migliore per un tuffo nell’oceano o per una festa in spiaggia, Per chi ha voglia di fare tardi, ricordate solo che l’ultimo treno è alle 11, anche se una dormita in spiaggia è qualcosa che i locali apprezzano e spesso preferiscono al ritorno a casa il sabato sera. (In tal caso ricordatevi di portare almeno una felpa per il pernottamento!)

dscf5203-2

Per quanto riguarda i consigli generali, essendo il Portogallo un Paese europeo bisogna stare attenti ai soliti borseggiatori nei luoghi affollati

Inoltre, questo Paese è famoso perché “qui le droghe sono legali”: sfortunatamente per il viaggiatore in cerca di particolari stimoli la realtà non è proprio così. Ad essere decriminalizzato è solo il possesso di stupefacenti, mentre la vendita e soprattutto l’acquisto di tali sostanze è ancora illegale e perseguito. Da questo punto di vista le trappole per turisti ingenui sono divers,e per cui il consiglio più banale rimane il sempre efficace “dite sempre no”.

Per una vacanza al mare o tre giorni di follia, il Portogallo aprirà sempre le sue braccia e accoglierà dal surfista più estremo alla più tranquilla famiglia, perché questo popolo di navigatori, pescatori e conquistatori è fiero della propria storia ed è ansioso di raccontarla

Annunci
Riccardo Lichene

Quello che viaggia, lo storico e il fumettologo. Suono nel tempo libero, scrivo in quello che resta e quando non bastano le parole sfodero la macchina fotografica. Residenza attuale: via labirinti mentali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...