5 film d’animazione per distrarre i più piccoli durante gli eterni pranzi di Natale – 18 dicembre

Lo sappiamo tutti, il Natale è sinonimo di pranzi e cene quasi infiniti, riunioni di famiglia che avvengono una sola volta all’anno e che, proprio per questo, portano alla scoperta di cugini lontani e mai conosciuti (o dimenticati) e di nuovi bambini, decisamente non divertiti all’idea passare ore a tavola a chiacchierare.
Questi 5 film potranno aiutarvi nella difficile missione di calmare i membri più piccoli della vostra famiglia e, forse, riusciranno a farli addormentare!

1. Le follie dell’imperatore (Mark Dindal , 2000): nella prima sequenza di questo film è un lama parlante che dice al pubblico che sta per assistere al racconto della sua storia, rompendo la quarta parete in modo prorompente e catturando da subito l’attenzione, preparandoci, in qualche modo, alla quantità di avvenimenti folli a cui assisteremo nell’ora e mezza successiva. Il film non ebbe subito un gran successo (almeno economico) ma venne riscattato dalle buone opinioni della critica e dalla sua capacità di rimanere nell’immaginario di moltissime persone con citazioni che ancora adesso fanno parte di uno strano “lessico familiare” di una generazione (“L’altra levaaaaaaaaa”).

imperatore

2. Galline in fuga (Peter Lord e Nick Park, 2000): trasposizione animata e con animali come protagonisti de La grande fuga (John Sturges, 1963) è uno dei film in stop motion più esilaranti di sempre e racconta la storia di un gruppo di galline che tentano la fuga in ogni modo possibile per scappare dal folle regime di produzione di uova a cui le costringono i Tweedy. Peripezie, pasticci di pollo, storie d’amore estemporanee e un gallo volante terranno i piccoli attaccati allo schermo e vi faranno sentire leggermente in colpa in caso il vostro menù natalizio sia a base di pollo.

galline_in_fuga

3. Mulan (Tony Bancroft e Barry Cook, 1998): nel VIII secolo, in Cina, essere donna voleva dire cercare di sposarsi con il miglior partito possibile e imparare a essere una buona moglie e madre. Mulan, però, non era particolarmente portata per questo tipo di vita e, un po’ per volere, un po’ per evitare che sia il padre malato a combattere, coglie l’occasione fornitale dal reclutamento dell’esercito imperiale e lascia la propria casa, travestita da maschio, per partecipare alla guerre contro gli Unni. Una bellissima storia di coraggio e sana follia, con un cavallo, un grillo e un drago in miniatura come aiutanti della protagonista e un messaggio importante: la determinazione (e un po’ di aiuto dagli antenati) possono portare lontano, anche contro ogni previsione.

mulan-disney-princess-15949454-1280-720

4. Gli incredibili (Brad Bird, 2004): essere supereroi già di per sé non è facile ma quando si decide di metter su famiglia le cose sono ovviamente destinate a complicarsi: iniziano la frustrazione e le bugie, bisogna spronare i propri bambini a eccellere ma insegnargli a usare la giusta misura in fatto di poteri e, a cena, riuscire a dare da mangiare al piccolo evitando che si sbrodoli. Elasticgirl e Mr. Incredible hanno chiaramente raggiunto il punto limite della loro sopportazione quando, nella loro vita, appare una figura misteriosa che li aiuterà a ricordare che l’unione fa la forza e non il contrario.

theincredibles-copertina

5. Space Jam (Joe Pytka, 1996): ultimo film della nostra lista e piccola eccezione perché, in realtà, fa parte del gruppo di pellicole fatte con “tecnica mista”, cioè mischiando attori (qui, più precisamente, giocatori di basket) in carne ed ossa con disegni animati. In questo caso l’accoppiata ha del leggendario: i Looney Tunes si uniscono a Michael Jordan in una folle avventura con alieni alla disperata ricerca di attrazioni nuove per un luna park, grandi campioni del NBA derubati della loro bravura e un passaggio decisivo effettuato da Bill Murray. Adattissimo anche ai grandi che potranno velocemente defilarsi con qualche scusa e andare a mangiare il pandoro sul divano.

space-jam-michael-jordan-bill-murray

Annunci
Francesca Sala

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...