Consigli di viaggio: cosa fare a Capodanno? | Nottingham – 7 dicembre

I suoi passi pesanti rimbombano nei corridoi, il suo trascinarsi spaventa persino i più temerari e il suo avvicinarsi è sempre impietoso. Ogni anno porta sconforto, amarezza e ansia nelle menti e nelle agende di tutti i giovani italiani: è l’orrore che si materializza ogni volta che sentiamo la domanda “Capodanno è vicino. Cosa facciamo?”

Cari lettori di ROA, contro questa creatura mitologica nelle prossime settimane vi fornirò ben due soluzioni che metteranno d’accordo le esigenze di tutti, sia per quanto riguarda il divertimento che il portafogli. La strategia è molto semplice, si punta a organizzare la vacanza ideale sfruttando al meglio il tempo a disposizione e le proprie (molto spesso scarse) capacità economiche: ho provato questa strategia su una città che da tempo volevo visitare, Nottingham, ma con i dovuti accorgimenti si può andare quasi dovunque per tre giorni spendendo meno di cento euro.

dscf9113

Per i trasporti lunghi (più di due ore di macchina) è sempre consigliato l’aereo. Ormai, se si parte con zaino in spalla avendo fatto il check in online, basta arrivare un’ora prima in aeroporto e una volta atterrati bastano 30 minuti di trasporto pubblico per essere in centro città.

Senza fare troppa pubblicità, le compagnie che offrono ottimi prezzi e una vasta selezione di destinazioni sono Ryanair (che ha solo il problema della partenza da Bergamo facilmente superabile con la modica cifra di 4 euro per un posto su uno shuttle che parte ogni mezz’ora da Milano Centrale e che in un’ora arriva in aeroporto) e Easyjet che parte dal terminal 2 di Malpensa (ora raggiungibile col treno da Cadorna o Centrale).

Prendendo come esempio il mio viaggio, con Ryanair ho speso 26 euro per il volo andata e ritorno Bergamo-Londra prenotando con sole tre settimane di anticipo. Per cui, datevi da fare per trovare le offerte migliori!

Per i trasporti interni, nel caso non vogliate fermarvi nella grande città, Megabus (o compagnie simili) offrono biglietti a 4 o 5 euro anche per viaggi di trecento o quattrocento chilometri che, se prenotati insieme al volo, arrivano a costare davvero poco. Il costo del viaggio Londra- Nottingham, ad esempio, è di 4 euro, e la durata del tragitto è di poco più di tre ore su un autobus (con wifi gratuito) di cui non posso proprio lamentarmi.

Per il pernottamento, la soluzione è una sola ed è l’ostello: nemmeno il più economico Airbnb può garantirvi una posizione centralissima a meno di 25 euro a notte. Se viaggiate da soli potete affrontare l’esperienza del dormitorio, mentre se siete in quattro o in sei potete avere una camera tutta per voi mantenendo la vostra privacy (ogni posto letto ha il suo armadietto con lucchetto).

dscf9097

Il cibo è un altro fattore che bisogna giocarsi bene: chi viaggia zaino in spalla odia il fast food ma ama lo street food. Viviamo nell’era d’oro dei food truck e del cibo di strada gourmet per cui, specialmente nei periodi festivi, immergetevi nei mercatini e provate quella cosa strana dal curioso profumo che vedete in mano a tutti i locali. Così, io ho scoperto stufati e dolci di cui non avevo mai sentito nominare la maggior parte degli ingredienti, ma che adesso non posso che adorare. Oltre ad essere molto economico il cibo di strada vi costringe a sedervi proprio in mezzo a quelle vie e quelle piazze in cui vi è stato venduto, garantendo un’immersione nella città che nessun ristorante vi può dare.

Nottingham: non voglio soffermarmi troppo sulla destinazione che ho scelto, il mio è solo un suggerimento, ma posso dire che per due giorni in compagnia di amici o di una persona speciale è l’ideale. Un centro pedonale di due chilometri quadrati offre tutto lo shopping, la cultura e le esperienze che si vogliono portare a casa da un viaggio di questo tipo.

dscf9101

Le affascinanti ville dell’era vittoriana accompagnate da decine di edifici di mattoni rossi mostrano il passato industriale di questa città che, sovrastata dal suo castello (che non vale le sette sterline dell’ingresso), mostra anche tutta la sua modernità nelle nuove strade che convergono armoniosamente nella piazza centrale. Per gli amanti di Robin Hood poi, è disponibile un autobus gratuito che ogni mezz’ora vi porta a Sherwood proprio nel cuore delle vicende del mitico ladro.

dscf9111

Il tempo è tipicamente inglese, specialmente in inverno, e io sono stato sinceramente rapito dalle atmosfere brumose invernali che, assieme alle tetre chiese e ai castelli ricoperti d’edera, restituiscono proprio le atmosfere che ci si immagina leggendo Ivanhoe, Frankenstein e Sherlock Holmes. Nella stagione festiva però, se le tetre brume non fanno per voi, le strade del centro si riempiono di luci, colori, mercatini e bancarelle e di bande che suonano e cantano in un’atmosfera che non può essere più natalizia di così. Ora che avete gli strumenti necessari, non tremate di fronte all’orrore della fatidica domanda: proponete una nuova avventura e passate un Capodanno diverso dal solito, magari in quella città che da tanto tempo volevate visitare e, se siete fan di un sano capodanno alcolico, a Praga la birra costa meno dell’acqua, per cui non avete più scuse!

Annunci
Riccardo Lichene

Quello che viaggia, lo storico e il fumettologo. Suono nel tempo libero, scrivo in quello che resta e quando non bastano le parole sfodero la macchina fotografica. Residenza attuale: via labirinti mentali.

Una risposta a "Consigli di viaggio: cosa fare a Capodanno? | Nottingham – 7 dicembre"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...