Film | One More Time With Feeling

5 Settembre 2016. Il Festival di Venezia, quest’anno, finisce qui per me: c’è tempo solo per un ultimo film.

In Sala Giardino proiettano il restauro di Dawn of the Dead ma non è quello il vero evento della mattinata. No, la mia ultima pellicola di Venezia73 non sarà un classico del genere horror, rimaneggiato da due maestri quali Dario Argento e Nicolas Winding Refn, e, alla fine, è meglio così perché in Sala Darsena c’è l’anteprima stampa di One More Time With Feeling e niente potrebbe rimpiazzare l’inaspettata intensità di questo film che, nota dopo nota, mi ha rubato un pezzetto di cuore senza che me ne accorgessi.

Ma partiamo dall’inizio: One More Time With Feeling è un documentario di Andrew Dominik in cui si racconta la registrazione di Skeleton Tree, ultimo album di Nick Cave e dei suoi Bad Seeds e primo lavoro dell’artista dopo la tragica morte di Arthur, uno dei figli, avvenuta nel luglio 2015.ea5df81391fadce9630430d767cdfb8c_w1188_h475

Regista e cantante, che avevano già collaborato per L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, sono anche amici e questo rapporto è sicuramente uno dei motivi per cui il film è venuto fuori così: una sofferta, ma sempre sincera e rispettosa testimonianza del dolore di una persona sospesa fra la vita pubblica e quella privata, arrivate a collidere e mescolarsi rendendo difficile ritrovare i confini del proprio io. Un racconto che è ancora più potente perché non ha mai bisogno di esplicitare la tragedia, non deve ricorrere a parole trite e retoriche, ma è capace di colpire semplicemente facendo parlare le immagini e la musica.

Il documentario è girato in bianco e nero e in 3D, due scelte stilistiche forti, anche impegnative, ma la realtà è che Dominik non avrebbe potuto scegliere meglio.

Il bianco e nero permette al regista di giocare con le luci e di creare dei contrasti netti e spietati, perfetto accompagnamento per le vicende narrate, così reali e allo stesso tempo impossibili da comprendere.

Ma è l’unione con il 3D a garantire un risultato straordinario. Questo effetto, solitamente associato a film d’azione, qui acquista un nuovo senso: invece di “lanciare” oggetti in faccia allo spettatore per coinvolgerlo fa l’esatto opposto, dona a ogni singola immagine una profondità e un’intensità irresistibili, che risucchiano sempre di più il pubblico in questo universo.

nick-cave-st-omtwfÈ sin dalla scena iniziale– in cui nulla sembra andare per il verso giusto: l’immagine è fuori fuoco, la telecamera cade, a un Nick Cave visibilmente irritato viene chiesto di rifare la sua entrata “un’altra volta, con più sentimento”– che lo spettatore segue quest’uomo diviso fra due mondi, genitore e musicista, marito affettuoso e star sotto gli occhi di tutti, mentre cerca di riscoprire se stesso, di riequilibrare i due lati della sua vita, di venire a patti con un evento devastante.

Il collante, ciò che dà un senso a tutto e avvicina a un’apparente pace, è la musica, protagonista assoluta del film e filo rosso in questo viaggio alla ricerca di un equilibrio: ogni singola nota acquista così un significato più profondo, ogni parola viene cantata con intenzione e gli stessi collaboratori di Nick Cave, dai musicisti al fidato Warren Ellis, suonano in modo tale da creare una perfetta, per quanto dolorosa, armonia.

One More Time With Feeling è un film complicato da raccontare: nessun termine sembra essere quello adatto a definire, senza sminuirli, la quantità di livelli e l’insieme di emozioni che vanno a comporre questa pellicola.

C’è una sola cosa semplice da dire riguardo questo film: “Non perdetevelo. Godetevi ogni istante, lasciatevi conquistare, dalla prima ripresa fuori fuoco fino ai titoli di coda, quando la versione di Deep Water, scritta da Cave insieme ai due figli e Marianne Faithfull e qui intonata proprio dai due ragazzi, vi spezzerà definitivamente il cuore”.

Annunci
Francesca Sala

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...